Crea sito

I soldi vanno messi in tasca a chi subisce danni per il periodo della quarantena. Helicopter money per i danneggiati.

I soldi vanno messi in tasca a chi subisce danni per il periodo della quarantena. Helicopter money per i danneggiati.

A Hong Kong, Singapore, Macao, hanno già iniziato a fare la cosa giusta: hanno “stampato denaro“ e lo hanno assegnato direttamente alle famiglie e alle imprese per compensare i redditi persi con il coronavirus e per sostenere l’economia nazionale.

Helicopter money, è un provvedimento con la quale una banca centrale regala denaro e lo immette direttamente “nelle tasche” dei cittadini, invece che sui mercati finanziari (come avviene attraverso le operazioni di LTRO, TLTRO o Quantitative Easing.

Sappiamo tutti che l’unico modo per favorire una crescita sostenibile è quello di rimboccarsi le maniche e realizzare riforme strutturali che rendano l’economia più competitiva, più dinamica e più aperta all’innovazione, ma questo non è un periodo normale e le autorità devono farsi sentire, non in male stavolta, per andare in soccorso al territorio e ai cittadini.

Le banche centrali non hanno la bacchetta magica e nel caso della BCE, nata per contenere l’inflazione e che ha sempre privilegiato l’austerità, non credo che acconsentirebbe a un’operazione del genere, ma andrebbe fatta.

Come si dovrebbe gestire? Sarà una crisi di liquidità, specialmente per le partite Iva. Chi ha lo stipendio pubblico non avrà alcun problema, perché in ogni modo è protetto dallo Stato. Chi ne subirà le conseguenze sarà il privato, e sarà pesante.

Dettate le norme sanitarie precauzionali di quarantena, bisognerà agire immediatamente e pensare al dopo, soprattutto agli effetti economici. L’helicopter money dovrà essere applicato per tutte quelle piccole imprese che, insieme ai loro dipendenti, subiranno danni certi, a partire dall’inizio del periodo di quarantena, e alla fine saranno stremate.

Se consideriamo che il dipendente statale il proprio stipendio ce l’ha,  così come il disoccupato con il reddito di cittadinanza, con questo provvedimento avremmo messo al sicuro buona parte della nostra economia in questo momento non protetta. Serve coraggio e creatività.

Adriano Nicosia (coordinatore provincia Caltanissetta)