Crea sito

Salvatore Giunta: l’ospedale di San Cataldo, il Maddalena Raimondi, ha una capacità di 200 posti letto e in parte attrezzato; perché non utilizzarlo?

Salvatore Giunta: l’ospedale di San Cataldo, il Maddalena Raimondi, ha una capacità di 200 posti letto e in parte attrezzato; perché non utilizzarlo?

Servono posti letto, in caso di assoluta necessità, dove ospitare pazienti affetti da Covid-19? Perché dunque non utilizzare la storica struttura del Maddalena Raimondi di San Cataldo – già in parte attrezzato – per fronteggiare un’elevata diffusione dell’epidemia in corso?

L’interrogativo e la proposta formulata dal dottor Salvatore Giunta – se praticabile e realizzabile – andrebbe ad aggiungersi eventualmente a  quanto hanno già programmato i componenti della direzione strategica dell’ASP.

Semmai malauguratamente dovesse aumentare il numero di pazienti per il Covid-19, perché non pensare anche al Maddalena Raimondi – suggerisce il dottor Giunta – che potrebbe essere utilizzato a questo fine in tempi rapidissimi e che, per la sua struttura idonea e per la sua baricentricità, potrebbe diventare un centro sanitario in grado di accogliere gli ammalati del nisseno e quelli delle province vicine?

L’ospedale Raimondi ha una capacità di circa 200 posti letto dotati di impianti per l’ossigenoterapia e per la creazione del vuoto, entrambi centralizzati. 

È in ottime condizioni strutturali ed in atto è occupato da alcune unità operative per lungodegenti facilmente trasferibili in altre sedi altrettanto idonee.

Da oltre 10 anni funziona il reparto lungodegenti con 10 posti letto, 10 posti letto di riabilitazione, 8 posti in hospice, 2 posti Day Hospital per la Gastroenterologia e 15 posti per la Comunità Terapeutica Assistenziale. 

Nella struttura funzionano anche i servizi di Radiologia, Radioterapia, il Centro per i prelievi, il Centro autismo e gli Ambulatori sanitari, reparti e strutture che in caso di accoglimento di questa proposta dovrebbero trovare una allocazione diversa. 

Salvatore Giunta Ospedale RaimondiIl Raimondi – fa presente ancora il dottor Giunta – che è anche responsabile dei Circoli della Società Civile – Sicilia per l’Europa – Unità Siciliana LE API – ha una suddivisione per reparti e quindi utilizzabile per ricoveri in corsia e anche per l’attivazione di moduli di terapia sub intensiva ed intensiva. 

È dotato di un’area per analisi chimico-cliniche, del Servizio di radiologia con TAC, di impianto di riscaldamento e impianto di aria forzata. 

È allocato al centro Sicilia e facilmente raggiungibile dai territori di tre province, attivabile in pochi giorni e  riconvertibile in presidio multifunzionale dopo questa fase di emergenza.

Salvatore Giunta (Unità Siciliana Caltanissetta)

Articolo anche pubblicato su La Sicilia a cura di Giuseppe Scibetta